RICONOSCIAMO IL RUOLO DELLA CACCIA e DEI CACCIATORI


CLICCA SULL’IMMAGINE PER FIRMARE

Tesseramento 2022

FEDERCACCIA: SKY CACCIA 1° MESE GRATIS

CORSI DI PREPARAZIONE ALL'ABILITAZIONE VENATORIA

CAMPIONATI TIRO FIDC 2022: CALENDARI, PROGRAMMI e REGOLAMENTI

CAMPIONATI CINOFILIA FIDC 2022: CALENDARI, PROGRAMMI e REGOLAMENTI

5xmille

CEDAF

clicca l'immagine per accedere al sito

IL CACCIATORE ITALIANO

Clicca per scaricare la rivista

Progetti Faunistici raccolta dati

Clicca l'immagine per scaricare il volantino

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Convegno Nazionale progetto ANASAT


Centro Ornitologico Malpasso

Clicca l'immagine per scaricare la relazione

Tos Caccia

Nuove aree vocate al Cinghiale


Clicca qui per visionare le nuove aree vocate al Cinghiale

Portale Regionale GEOSCOPIO

Login

CCT: I DETTAGLI PER LA CACCIA IN DEROGA ALLO STORNO

La Giunta Regionale Toscana ha approvato lo scorso 13/06/2022 la delibera n° 645 nella quale si dispone l’autorizzazione della caccia in deroga dello storno per la stagione venatoria 2022/2023.

Un importante e positiva decisione che permette la possibilità di prelievo nei vigneti, negli oliveti e nei frutteti per un raggio di 100 metri anche nelle situazioni che presentano nuclei vegetazionali sparsi; sarà sufficiente la presenza di una sola pianta, purchè in presenza di frutto pendente.

Confermato il prelievo di 100 capi massimi per l’intero periodo (1 Settembre 2022 – 15  Dicembre 2022) per un limite di 20 capi giornalieri.

Confermato il divieto di utilizzazione dei richiami per la specie di riferimento.

Per quanto riguarda le modalità di rendicontazione del prelievo per questa specie, si consente di praticare tale forma di caccia anche a coloro che sono sprovvisti del tesserino venatorio digitale ed utilizzano invece quello cartaceo nel rispetto delle modalità indicate dalla delibera.

Ciò nonostante resta di estrema importanza l’aggiornamento dei dati di prelievo per questa specie, in quanto al raggiungimento dei 12.500 capi abbattuti, la Regione potrà chiedere ad ISPRA l’aumento del contingente massimo abbattibile attualmente fissato ad un massimo di 25.000 capi prelevabili in Toscana.

Per i cacciatori che utilizzano il tesserino venatorio digitale “TosCaccia” non sussistono particolari adempimenti in questo senso, in quanto il registro telematico, si aggiorna al momento dell’utilizzo dell’app stessa nella segnatura dei capi, da effettuare subito dopo il recupero nell’apposita sezione ai prelievi in deroga.

Per coloro invece che utilizzeranno il tesserino venatorio cartaceo, la comunicazione dei capi di Storno abbattuti può essere effettuata dal singolo cacciatore, attraverso la compilazione periodica dell’ apposita scheda informatica presente nella pagina web della Regione, settore attività faunistica venatoria, pesca dilettantistica, pesca in mare, attraverso le Associazioni venatorie.

Per quanto sopra descritto la Confederazione Cacciatori Toscani, come nella stagione scorsa,  in tutte le sedi territoriali delle associazioni confederate, sarà a disposizione dei soci che ne avessero bisogno per assisterli in tale operazione.

Di seguito scaricabile integralmente la delibera: