Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

SEZIONE PROVINCIALE DI PISA

A Pisa nasce la C.C.T. Provinciale: un passo avanti sul cammino dell ’unità dei cacciatori

LOGOCCT.png

 

Si è costituita in questi giorni la Confederazione dei Cacciatori Toscani della provincia di Pisa, formata dalle associazioni venatorie, Associazione Regionale Cacciatori Toscani (ARCT), Federazione Italiana della Caccia (FidC) e Associazionale dei migratoristi italiani. (ANUU)

La costituzione della CCT a livello delle singole Province costituisce un importante passo avanti per diffondere il processo unitario tra i cacciatori all’interno dei territori.

Della CCT fanno parte le Associazioni che più convintamente credono nella necessità di unificazione del mondo venatorio, ma la Confederazione rimane aperta anche per chi oggi si attarda a difendere la propria “identità” (e talvolta anche qualche seggiola o sgabello) e così facendo tiene in vita tra i cacciatori quelle divisioni che tanti danni hanno fatto e continuano a fare alla nostra categoria.

 

Questa la composizione degli organi dirigenti:

-       ASSEMBLEA: Bozzi Massimo (ANUU), Graziani Paolo (Federcaccia), Lazzeri Luca (Federcaccia), Lupi Fabio (ARCT), Panicucci Roberto (Federcaccia), Rinaldi Franco (ARCT), Salvadori Marco (Federcaccia), Salvini Roberto (Federcaccia), Tamburini Giancarlo (Federcaccia).

-       PRESIDENZA: Bozzi Massimo referente provinciale ANUU; Lupi Fabio, referente provinciale ARCT; Salvadori Marco, presidente provinciale Federcaccia.

-         SEGRETARIO: Graziani Paolo

 

Pisa, 4 novembre 2017

Ancora un gesto di grande solidarietà, da parte di una sezione pisana della Federcaccia.

Dal Comune di Crespina Lorenzana, apprendiamo con grande soddisfazione, di un gesto di rilevante ed esemplare solidarietà sociale dei cacciatori, atteggiamenti che da anni si susseguono tra le numerose sezioni Federcaccia del Pisano.

Questa volta il gesto di solidarietà è avvenuto grazie ai cacciatori di Lorenzana, un grazie dovuto, all’incomparabile contributo di dirigenti e cacciatori che hanno organizzato numerose iniziative collaterali alla caccia e per quanto riguarda la cinofilia, in collaborazione con le altre locali associazioni venatorie, sono riusciti ad accumulare somme importanti, che hanno deciso con la piena condivisione dei propri iscritti di devolvere in beneficienza ad enti di ricerca ad associazioni ed organizzazioni di volontariato.

Sono stati donati € 1000 alla Confraternita della Misericordia del paese, la stessa cifra di € 1000 è stata devoluta alla Fondazione Ospedale Mayer di Firenze ONLUS, per finire è stato elargito alla AIRC, Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro gli ultimi €1000.

Sono gesti di straordinaria solidarietà, da parte di una categoria, troppo spesso contestata e bollata di false e strumentali falsità, questa è la migliore risposta verso i nostri detrattori.