Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

FEED - RSS

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Centro Ornitologico Malpasso

Clicca l'immagine per scaricare la relazione

5° Concorso letterario

 

Guida alla Mobilità Venatoria 2018-2019

Il Colpo d’Ala

Nuove arre vocate al Cinghiale


Clicca qui per visionare le nuove aree vocate al Cinghiale

Tos Caccia

Login

SEZIONE PROVINCIALE DI PISA

Attività cinofila su cinghiale in provincia di Pisa

Il giorno 9 settembre, nella splendida cornice delle colline di Lajatico, presso l’azienda “Il Colle” dei fratelli Ripanucci, abbiamo effettuato la premiazione dell’attività cinofila su cinghiale svolta in provincia di Pisa. Sono intervenuti alla premiazione il Sindaco di Lajatico sig. Barbafieri Alessio, il presidente provinciale della FIDC sig. Salvadori Marco, il presidente dell’ATC 15 sig.Ladurini Luigi, i giudici che hanno valutato con competenza ed imparzialità e stilato le varie classifiche e i gestori dei recinti nei quali si sono svolte le prove. Prove che sono iniziate nel mese di febbraio e si sono concluse nei primi giorni di settembre mettendo a dura prova concorrenti, organizzatori e soprattutto i cani impegnati prima al freddo poi nelle giornate torride del sol leone a contendersi i vari titoli. Durante il suo breve discorso il Sindaco di Lajatico ha ricordato la figura del compaesano Roberto Ganetti ricordando quanto fosse appassionato di caccia, persona irreprensibile e modello sia per il fratello Franco e soprattutto per la sua famiglia; il Presidente della FIDC, dopo un breve saluto ha sottolineato quanto questo tipo di prove contribuiscono all’aggregazione contribuendo indirettamente a dare forza al nostro rafforzamento culturale, d’immagine allo scopo di poter essere sempre maggiori interlocutori nei confronti delle Istituzioni sia regionali che nazionali; è stata la volta del Presidente dell’ATC 15 che sottolineando le difficoltà che incontra ha cercato di mettere in primo piano l’interesse dei cacciatori ed ha augurato un “ in bocca al lupo” per l’imminente apertura ufficiale di caccia. Sono stati premiati i vincitori del trofeo: memorial Ganetti Roberto in singolo Natalini Veneziano con Tottola ed in coppia o pariglia Borghi Matteo con Leone e Arturo. È stata la volta del “Trofeo dei trofei” che ha messo a confronto i vincitori dei più importanti trofei che si sono svolti nell’intera provincia, mi piace ricordare l’ingresso del trofeo dell’azienda “Le Tegole” e del trofeo memorial Fedeli Giuliano. Si è aggiudicato il trofeo Costantini Francesco con Gina nella categoria in singolo e Santi Andrea con Bosco e Baccano nelle coppie o pariglie.

Siamo passati alla premiazione del campionato provinciale valevole per l’accesso alla 16° Coppa Italia che nella fase interregionale (semifinale nazionale) ha visto al secondo posto Franchini Walter con Don Lurio.

Queste le classifiche provinciali:

            CAT. in SINGOLO           1° class, (CAMPIONE PROVINCIALE)

                                                           FRANCHINI Walter                   con DON LURIO  166 ECC.

                                                           2° LIBRI            Nicola              con BIANCA          164 ECC.

                                                           3° MERCATINI Giacomo            con SAETTA          163 ECC.

            CAT COPPIE o PARIGLIE    1°class, (CAMPIONE PROVINCIALE)

                                                           MERCATINI Giacomo  con FIACCA e NERONE      con punti  163,5 ECC.

                                                           2° CHELI     Egiziano  con MORINO e ZANZARA    con punti 160,5 ECC.

                                                           3°CHELI      Massimo con FORESTA  e SPINA 5       con punti 156   M.B.   

                 CLASSE MUTE     cat. A ( cani con certificato ENCI )

                                                              LUGLI MAURO con BARONE,ZORRO,CECCO, SILVIO, PICHE’,e GAIA

                 CLASSE MUTE   cat.B

                                                            PESCUCCI Alessandro con, ZICO, PIPPO, LEARCH, ORESTE e PIAZZOLA

A questo punto un breve saluto dal sottoscritto con un augurio per una proficua annata venatoria a tutti con l’invito alla premiazione del 2019.

                                                                                                      Gianfranco Mugnaini

Dispositivi sanitari per la comunità di Casale Marittimo (Pisa) donati dalla Federcaccia

Organizzata dalla locale sezione della Federcaccia, si è svolta nel primo fine settimana di agosto, nello splendido borgo medievale di Casale Marittimo la Festa del Cacciatore.

La manifestazione si ripete ormai da anni, anche quest’anno ha registrato una notevole successo di presenze, gli abitanti del luogo e dei paesi del circondario, insieme ai tanti turisti provenienti dalle vicine località balneari hanno animato le strade del vecchio borgo. Molte le attrattive presenti compreso quelle rivolte a bambini e ragazzi.

Squisita, come da tradizione, la cucina offerta dallo stand gastronomico, con al centro i piatti di selvaggina. Ottima l’organizzazione, curata dai volontari della Federcaccia, con la partecipazione attiva di tantissimi concittadini.

Nel corso della serata finale sono stati simbolicamente consegnati alla comunità di Casale i seguenti dispositivi sanitari, (quattro stampelle canadesi, una carrozzina pieghevole, un deambulatore, un apparecchio holter pressorio, oltre a materiale di consumo ad uso ambulatoriale) disponibili per i cittadini presso l’ambulatorio medico e la locale farmacia.

Questa donazione della Federcaccia di Casale è stata possibile grazie ai proventi della festa del cacciatore.

Dopo la presentazione dell’iniziativa da parte del presidente della Federcaccia di Casale, Moreno Presti e del vicepresidente Moreno Testi, sono brevemente intervenuti il vicepresidente regionale della Federcaccia Claudio Tani e il sindaco di Casale, Fabrizio Burchianti. Entrambi hanno sottolineato come i cacciatori, spesso bistrattati da un’opinione pubblica poco informata o talvolta manipolata, sono parte essenziale della cultura rurale, svolgono un ruolo fondamentale per la gestione corretta della fauna, rappresentano un importante presidio in difesa del territorio, anche attraverso la partecipazione alle iniziative di protezione ambientale, dimostrando, con iniziative come quella della Federcaccia di Casale, il loro alto senso civico e di appartenenza alla comunità.

Da sx Massimo Ferrari, storico dirigente Federcaccia, il Sindaco di Casale Fabrizio Burchianti,

Il medico del paese Panetta Andrea