SEZIONE PROVINCIALE DI FIRENZE

FEDERCACCIA FIRENZE: LETTERA AI SOCI DEL PRESIDENTE PER L'APERTURA

Cari Soci,  care cacciatrici e cacciatori tutti,

nonostante tutto, siamo ancora una volta arrivati all’inizio ufficiale della stagione venatoria, la tanto attesa “terza di settembre”, che ormai ci accompagna da molti anni nelle nostre speranze e nei nostri ricordi.  Dobbiamo purtroppo ammettere che, dopo alcuni anni di malcelata sopportazione da parte degli “altri”, siamo manifestamente sotto attacco in tutta la Penisola: in alcune Regioni i nostri colleghi non sanno ancora se potranno iniziare la stagione, in altre le limitazioni di tempi e di specie sono tante.  In Toscana, seppur dopo un percorso accidentato, siamo riusciti ancora una volta a far prevalere le giuste ragioni della caccia,  anche grazie all’impegno di Federcaccia e delle altre associazioni della Confederazione. Lo dimostra il calendario venatorio, lo dimostra la Conferenza Regionale della Caccia di fine giugno: c’è ancora, però, tanto da fare, prima di tutto il nuovo Piano Faunistico Venatorio Regionale e non ultimo un nuovo modello della gestione faunistica territorio a caccia programmata: la crisi della selvaggina stanziale è sotto gli occhi di tutti e se non interverremo presto e bene il rischio concreto è che scompaia la forma di caccia ad essa collegata, con ciò che ne consegue.

Gli attacchi sono, però, a nostro avviso, all’ordine del giorno anche nella nostra provincia, basti citare solo a titolo di esempio, certamente non esaustivo ma sintomatico, l’ordinanza della Amministrazione Comunale di Sesto che vieta l’attività venatoria a Cercina fino al 15 dicembre, verso la quale ricorreremo al Tar per evitare   che l’art. 842 del C.C possa essere aggirato per altre vie: vedremo il risultato della nostra azione nei prossimi mesi.

La divisione che ancora oggi c’è all’interno del Mondo Venatorio certamente non aiuta: “Uniti per contare”, affermiamo in una nostra pubblicazione recentemente distribuita al Game Fair di Grosseto. Così deve e dovrà essere! Noi siamo pronti!

Ma oggi non è il tempo dei proclami: saranno altri i momenti di confronto e di discussione nei circoli e nelle assemblee dei cacciatori.

Questi sono i giorni della attesa e della speranza che la nuova stagione sia migliore di quella passata e poco importa se non sarà così: saremo ancora una volta andati a caccia!

A tutti i soci, a tutte le cacciatrici, a tutti i cacciatori a nome mio e del Consiglio Provinciale il più grande in bocca al lupo, raccomandando rispetto delle regole,  prudenza e attenzione, che sono certo, non mancherà.

Forza dunque, che Artemide, dea della caccia, sia con tutti noi!

Firenze, 12/09/2019

Il Presidente Federcaccia Toscana Sezione Provinciale di Firenze
Simone Tofani