Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

SICUREZZA A CACCIA

clicca l'immagine per scaricare i programmi
le date ed i luoghi delle serate

5xmille

Tesseramento 2019

Volantini Tesseramento 2019

Sport e Cinofilia 2019

Clicca per scaricare il progetto

L’842 non si tocca!

I predatori devono essere controllati

Clicca l'immagine per scaricare il comunicato

Progetti Faunistici raccolta dati

Clicca l'immagine per scaricare il volantino

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Convegno Nazionale progetto ANASAT


Centro Ornitologico Malpasso

Clicca l'immagine per scaricare la relazione

Il Colpo d’Ala

Tos Caccia

Nuove aree vocate al Cinghiale


Clicca qui per visionare le nuove aree vocate al Cinghiale

Portale Regionale GEOSCOPIO

Login

UN SUCCESSO LA FINALE DEL 51° S.UBERTO FIDC

Senza dubbio un altro successo per la Federazione Italiana della Caccia la finale del Campionato Italiano specialità S.Uberto Individuale e Avancarica disputata lo scorso fine settimana sui terreni delle A.A.T.V. Monteacuto (Pareto - AL) e A.F.V. Miogliese (SV)

Roma, 12 novembre 2019 - Dopo 25 anni la finale nazionale del Trofeo S.Uberto è tornata a essere disputata in Liguria ed è stata subito un successo. La prova si è svolta il 9 e 10 novembre nei territori dei comuni di Mioglia e Pareto, all’interno delle aziende faunistiche Miogliese e Monteacuto, che hanno ospitato i partecipanti provenienti da ogni regione dopo una lunga serie di selezioni che li hanno visti impegnati nei mesi scorsi. Ben 124 concorrenti si sono così dati amichevole e sportiva battaglia, suddivisi nelle diverse categorie: 42 nella categoria “Assoluti”, 32 nella categoria “Veterani”, 33 “Under 30” e 17 nella categoria “Donne”. Ma vediamo subito chi si è potuto fregiare dello scudetto di Campione 2019 e i diversi podi.

Nella categoria ASSOLUTI, confermando la vittoria riportata a inizio mese in Serbia ai campionati del mondo, si è laureato campione italiano il giovane lombardo Norman Rota, con lo springer Holiday di S.Fabiano. Secondo e terzo posto per due veneti, rispettivamente Luciano Cecchetto con Queno del Cecchetto, épagneul breton, e Damiano Melotti con Dea, kurzhaar.

Negli UNDER 30 successo di un altro veneto, Matteo Frigato con J-Carly, kurzhaar. Secondo posto per il lombardo Leonardo Vanderloo con Begnana, springer, e terzo per Matteo Di Ghionno con Diamante, setter inglese, provenienti dall’Abruzzo.

La categoria DONNE ha visto salire sul gradino più alto del podio ancora un atleta lombardo: Rebecca Tenconi con Davinensi Boris, spinone italiano. Secondo posto per la romagnola Elisa Mambelli con il breton Briciola e terzo per la piemontese Manuela Sasia con Ara del Zagnis, setter inglese.

Nei VETERANI si è laureato campione italiano Giancarlo Arrighi, Lombardia, con Crazy, springer. Secondo e terzo posto per il sardo Mario Schievenin col kurzhaar Ater e il ligure Giampiero Cavanna con Dem, setter inglese.

Nel S.Uberto Avancarica, organizzato in collaborazione con il Club Avancarica “Ars Venandi” di Lavagna e giunto alla sua ottava edizione, sono scesi in campo 15 concorrenti.

Tutto ligure il podio ASSOLUTI. Primo Giacomo Mangiante col setter Genny; secondo posto per Marco Albanese con il breton Lerry e terzo Luigi Giacomo Ponte con Siria, griffon korthals. Negli JUNIORES primo posto per il piemontese Stefano Ferrero col breton Eros e secondo posto per il ligure Davide Pastorino con Lux, springer spaniel.

Tanta e pienamente giustificata la soddisfazione degli organizzatori e di tutta Federcaccia nazionale, rappresentata dal nuovo Coordinatore federale per la cinofilia Aldo Pompetti, da Luigi Chiappetta e dai componenti la commissione sportiva Fabrizio Muccioli, Alberto Dandolo, Cosimo Colucci e Isabella Villa, che hanno voluto essere presenti in questa importante occasione.

Sono veramente contento dell’organizzazione e dello svolgimento di questa finale di un campionato che rappresenta molto per la Federazione, come non ha mancato di sottolinearmi il presidente nazionale Massimo Buconi, impossibilitato a essere presente ma in costante contatto con me – ha affermato il Coordinatore Aldo Pompetti – È un risultato frutto dell’impegno di tanti e non ultimo del clima di armonia e collaborazione instauratosi all’interno della Commissione cinofila nazionale. Da domani saremo già al lavoro per il programma agonistico”.

Da sottolineare, e lo faccio con vero piacere la presenza di così tanti ragazzi – gli ha fatto seguito un soddisfatto Luigi Chiappetta – che hanno ritrovato rinnovata disponibilità e ascolto e lo hanno dimostrato con una adesione altissima. Lo stesso si può dire per la categoria Donne. Abbiamo avuto il piacere di avere a questa finale tante giovani cacciatrici, che si sono avvicinate per la prima volta all’agonismo. Un segno importante della freschezza della formula del S.Uberto e della giustezza della direzione presa dalla Commissione”.

Un grazie veramente di cuore e meritatissimo a quanti si sono impegnati per la riuscita di questa finale, primo fra tutti Ernesto Ghirardo coadiuvato da Enrico Talassano con il gruppo della Commissione Sportiva Regionale e i tanti collaboratori sul campo, che hanno operato con la benedizione di Federcaccia Liguria, presente nei due giorni di gara anche con il presidente regionale Andrea Campanile. Ottimo e impeccabile il non facile lavoro svolto dai Giudici delle batterie Mario Azara, Fiorenzo Cortinovis, Angelo Labate, Pietro Miluzzi, Fabrizio Muccioli, Corrado Ottaviani, Antonio Pentassuglia, Enrico Tassano, Ascolo Vannuzzi, e i Delegati Fulvio Turani e Francesco Levaggi (Avancarica).

Graditissima la presenza dell’assessore regionale Stefano Mai sui campi di gara per buona parte della mattinata. “Domenica ho potuto visitare il campo gara e assistere alla sfida dei giovani, in un territorio bellissimo – ha dichiarato l’assessore – I miei complimenti a tutti i vincitori e in particolare a Federcaccia Liguria e al suo presidente Andrea Campanile, che hanno saputo organizzare magistralmente una manifestazione di portata nazionale”.

Un ringraziamento infine allo sponsor delle manifestazioni sportive nazionali di Federcaccia, Big Hunter e alle aziende Farmina, Canicom, Cortesi Caccia, Amaretti Virginia, Pesto Fratelli Sacco.

Ufficio Stampa Federazione Italiana della Caccia