Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

5xmille

Tesseramento 2019

Volantini Tesseramento 2019

Sport e Cinofilia 2019

Clicca per scaricare il progetto

L’842 non si tocca!

I predatori devono essere controllati

Clicca l'immagine per scaricare il comunicato

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Convegno Nazionale progetto ANASAT


Centro Ornitologico Malpasso

Clicca l'immagine per scaricare la relazione

Il Colpo d’Ala

Tos Caccia

Nuove aree vocate al Cinghiale


Clicca qui per visionare le nuove aree vocate al Cinghiale

Portale Regionale GEOSCOPIO

Login

Franco Biagini e il nuovo Presidente della Federcaccia pistoiese. Subentra a Giovanni Pratesi

Un nuovo Presidente per Federcaccia Toscana sezione provinciale di Pistoia: il 63enne pesciatino Franco Biagini, eletto all’unanimità dal Consiglio, è subentrato a Giovanni Pratesi che per quasi 30 anni ha ricoperto l’incarico. Biagini, attualmente in pensione, proviene dalla sezione cacciatori più antica d’Italia, quella di Pescia, fondata nel 1899 da Giacomo Puccini. È stato dirigente di Assocarta e pertanto ha una notevole esperienza dirigenziale. “Raccolgo l’incarico da un grande presidente – afferma Biagini – perché Pratesi ha ben lavorato e lascia una sezione provinciale florida, solida e organizzata sotto ogni punto di vista, che con i suoi quasi 5mila soci in Federcaccia nazionale è una delle più forti d’Italia”.Biagini è un esperto cacciatore, avendo praticato quasi tutte le forme di caccia, anche se adesso si dedica prevalentemente a quella al capanno e di selezione agli ungulati. Nel suo programma il neo presidente ribadisce l’importanza di tutelare e difendere tutte le forme di caccia nel rispetto delle regole e della sostenibilità, cercando di far capire in modo più incisivo all’opinione pubblica come i cacciatori siano i primi amanti della natura e dell’ambiente, che rispettano, conservano e gestiscono (si veda quale fiore all’occhiello il Padule di Fucecchio, che grazie all’opera costante di mantenimento dei cacciatori è rimasto un habitat che tutta l’Europa ci invidia).“Il momento non è dei più facili – continua Biagini –, ma come sempre è stato fatto ci impegneremo a sostenere l’attività venatoria in ogni sua forma perché in primis siamo chiamati a difendere e supportare le legittime esigenze dei cacciatori. Non va dimenticato che la caccia dà posti di lavoro ed è un settore importante della nostra economia”.In occasione dell’elezione di Biagini sono stati eletti alla carica di vicepresidenti Antonio Drovandi e Cristiano Pieracci i quali, con Riccardo Acerbi, Antonio Andreini, Mauro Gori, Armando Rosellini e Antonio Santanni, vanno a rafforzare l’attuale compagine dirigenziale. Arrigo Anchise Mati è stato nominato segretario.