Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

5xmille

Tesseramento 2019

Sport e Cinofilia 2019

Clicca per scaricare il progetto

I predatori devono essere controllati

Clicca l'immagine per scaricare il comunicato

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Convegno Nazionale progetto ANASAT


Centro Ornitologico Malpasso

Clicca l'immagine per scaricare la relazione

Il Colpo d’Ala

Tos Caccia

Nuove aree vocate al Cinghiale


Clicca qui per visionare le nuove aree vocate al Cinghiale

Portale Regionale GEOSCOPIO

Login

Sentieri di Caccia di agosto: la CCT sulla gestione del lupo in Toscana

Dal 28 luglio sarà in edicola il nuovo numero di Sentieri di Caccia, al quale, per festeggiare l’estate, è allegata una copia omaggio di Beccacce che Passione, rivista bimestrale sempre edita dalla Caff Editrice. La gestione del lupo in Toscana è un tema caldo: la Regione Toscana ha varato un “tavolo” per definire interventi di prevenzione e riduzione delle predazioni e di lotta al randagismo e la Confederazione Cacciatori Toscani ha chiesto e ottenuto di portare il proprio contributo.
Il numero di agosto si apre con l’approfondimento, a cura di Ottavio Mencio, sul bracco italiano, una delle razze continentali attualmente più “in salute” nel nostro bel paese. E per tutti gli appassionati cinofili un reportage di Rossella Di Palma sul World Dog Show Milano 2015, vetrina di prestigio per più di 29.000 cani di tutte le razze, provenienti da tutto il mondo. Sempre cinofilia in primo piano nelle note di Emanuele Nava dedicate ai cani da seguita e al libro di Giacomo Gabriele Morelli e in quelle di Vladimiro Palmieri che ha intervistato il giovane conduttore della muta di sei validissimi segugi del Giura vincitrice del campionato italiano Fidasc per cani da seguita su cinghiale.
In provincia di Bologna, prima che altrove, è nato e si è sviluppato il primo nucleo di filiera commerciale delle carni di selvaggina nostrana, grazie all’intraprendenza degli imprenditori locali che si sono avventurati in un settore dagli esiti ancora molto incerti e grazie alla disponibilità degli Ambiti territoriali di caccia che, collaborando fattivamente alle azioni di controllo del cinghiale, hanno messo a disposizione le loro strutture di sosta e di prima lavorazione degli animali abbattuti; approfondiscono l’argomento di Ivano Confortini e Nicola Canetti.
A chi, invece, non ha perso del tutto la speranza di tornare a cacciare starne e pernici rosse è utile conoscere meglio i metodi più razionali per provvedere al “miracolo”: secondo l’esperienza del tecnico faunistico Roberto Mazzoni della Stella, infatti, non tutto è perduto e, pur non senza un grande impegno, questo “miracolo” si può fare.

Note più lievi e poetiche quelle di Lucio Scaramuzza e di Antonio Salatiello che toccano le corde più romantiche della caccia, cui segue l’approfondimento legale di Lorena Tosi su un argomento spinoso “maltrattamento animale e richiami vivi”.
Dedicata ai migratoristi la ricetta di ricarica messa a punto dal trio Simone Bertini, Paolo Guerrucci e Alessandro Iacolina in calibro 12, adatta per lo spollo ai tordi, alla caccia ad allodole, merli, storni (laddove la caccia è permessa) e a quanto di buono ci offre il passo nelle meravigliose giornate autunnali.
Sempre il nostro Simone Bertini ha testato la novità 2015 di casa Fabarm: l’L4S si presenta come un semiautomatico leggero offerto in una gamma già completa e interessante; provata sul campo una versione top di gamma, la Grey Hunter.
Passando alla caccia alla grossa selvaggina, questo nuovo numero di Sentieri di Caccia presenta una serie di articoli dedicati alla caccia al cinghiale (l’importanza strategica della figura del canaio nella caccia al cinghiale in braccata) e alla caccia a palla. Comincia sul numero di agosto, infatti, la serie di articoli firmati da Vittorio Taveggia, che offrono le indicazioni di base per dotarsi del migliore equipaggiamento per la caccia di selezione, oltre ai rudimenti di quello che concerne il suo funzionamento e alle principali nozioni di balistica. Non mancano emozionanti note di caccia cacciata: Vittorio Balladore racconta la sua esperienza all’inseguimento di un capriolo durata per ben quattro anni…
E ancora le vostre lettere, le vostre foto, ricette a base di selvaggina, news e attualità. Uno sguardo a 360° sul mondo della caccia. Buona lettura!