Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

Tesseramento 2019

Sport e Cinofilia 2019

Clicca per scaricare il progetto

I predatori devono essere controllati

Clicca l'immagine per scaricare il comunicato

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Convegno Nazionale progetto ANASAT


Centro Ornitologico Malpasso

Clicca l'immagine per scaricare la relazione

Il Colpo d’Ala

Tos Caccia

Nuove aree vocate al Cinghiale


Clicca qui per visionare le nuove aree vocate al Cinghiale

Portale Regionale GEOSCOPIO

Login

Caccia & pesca un mondo di passioni

A CarraraFiere da venerdì 22 a domenica 24 novembre 150 marchi uniti in un solo evento che accoglie pescatori e cacciatori. Una visione moderna e sostenibile di attività antiche che contano migliaia di appassionati con tante iniziative legate alla cultura, alla formazione e alla pratica sportiva. Con il teatro del mare che mette in scena le eccellenze della Liguria e le iniziative di Coldiretti.

Carrara, 20 novembre 2013

Saranno circa 150 i marchi presenti a CarraraFiere da venerdì 22 a domenica 24 novembre per presentare su un’area espositiva di 12.000 metri quadrati materiale tecnico e attrezzature tanto per la caccia (www.mondocacciaexpo.it) quanto per la pesca (www.mondopescaexpo.it) ma anche iniziative legate alla cultura come alla gastronomia e allo sport, all’editoria come alle tradizioni molto forti per entrambi i settori.

Mondo Caccia e Mondo Pesca sono i due Saloni organizzati da CarraraFiere in collaborazione con le associazioni venatorie e della pesca che hanno contribuito in maniera significativa all’affermazione degli eventi catalizzando l’attenzione degli appassionati di entrambe le discipline. “Sarà un evento – ha detto il presidente di CarraraFiere Fabio Felici nel consueto incontro di presentazione con la stampa - che abbiamo organizzato con un approccio moderno, sportivo e sostenibile per due attività che coinvolgono da sempre l’uomo: la caccia e la pesca. La platea degli appassionati è davvero vasta e, soprattutto negli ultimi anni, sono nate attorno alle due discipline tante attività collaterali che contano migliaia di appassionati che s’incontrano in fiera non solo per vedere le novità ma anche per partecipare a convegni e attività culturali che denotano una grande effervescenza e una visione moderna dei problemi”.

Gli espositori dell’area caccia e le associazioni venatorie e culturali che partecipano a Mondo Caccia sostenuta con forza da Federcaccia Toscana unitamente a Libera Caccia, Enalcaccia e ANUU, presenteranno attrezzature, fucili, abbigliamento e materiale tecnico e allestiranno aree nelle quali si potranno ammirare i grandi rapaci come le aquile o i cani addestrati per il recupero della selvaggina.

Altrettando vasta e interessante l’offerta di MondoPesca con una grande esposizione di barche ma anche canne da pesca, ami, mulinelli, attrezzature per ogni tipo di pesca ma anche un’offerta di eventi e appuntamenti per conoscere la cultura delle acque e dei  prodotti ittici.

Fondamentale, fin dal primo momento, la collaborazione e l’impegno della FIPSAS che nell’ambito di MondoPesca organizza corsi di avvio alla pesca per ragazzi e adulti, gare sulla spiaggia, ma anche esercitazioni di lancio, con simulatore, conferenze e dibattiti con i massimi esperti. Insomma i padiglioni diventano un grande campo di gara.

Federcoopesca-Confcooperative e Regione Liguria presenteranno, come tradizione, il meglio dei prodotti e delle proposte per la filiera “Mare” in una grande area che ha sempre catalizzato l’attenzione promuovendo progetti di pescaturismo, ittiturismo ma anche il teatro del mare, uno spazio con un approccio moderno che promuove una cultura affascinante e radicata nel territorio ligure come in tutte le coste, i laghi e i fiumi italiani.

Anche Coldiretti, che rappresenta anche le categorie professionali della pesca, promuoverà, in uno spazio di grandi dimensioni,  promuoverà i prodotti della terra e del mare facendoli gustare cucinati con le ricette dei suoi Chef che si sfideranno per la delizia dei visitatori.

“Siamo soddisfatti per il numero e il livello degli espositori – ha detto il direttore di CarraraFiere Paris Mazzanti - ma anche per la collaborazione delle associazioni che portano in fiera la loro esperienza unita alla passione degli associati. Non dimentichiamo che la Toscana resta una regione che vanta un numero eccezionale sia di cacciatori sia di pescatori sportivi e professionali e che regioni vicine come la Liguria e l’Emilia non le sono da meno per densità di appassionati. Proprio grazie alla grande collaborazione delle associazioni potremo offrire un panorama completo dell’offerta tecnica ma anche di una cultura molto radicata che, senza perdere il fascino della tradizione, ha saputo aggiornarsi reinterpretando tante attività”.

Cacciatori e pescatori, ma anche appassionati di storia, cultura, cucina potranno passare giornate davvero interessanti perché gli stimoli sono assicurati.

Per informazioni dettagliate su programmi e orari gli interessati possono consultare i siti ufficiali: www.mondocacciaexpo.it oppure www.mondopescaexpo.it aggiornati in tempo reale.

Nell’area venatoria, assieme ai cani addestrati per il recupero della selvaggina saranno esposti grandi rapaci come aquile e poiane utilizzati nella falconeria moderna ma anche attrezzature, armi, oggetti e documentazione della caccia di un tempo.

Il Museo Civico di Storia naturale di Jesolo presenterà documenti, pubblicazioni, stampe e migliaia di oggetti per collezionisti dell’Ars Venandi e proporrà nel padiglione E corsia 40 una ricostruzione a grandezza naturale dell'Orso delle Caverne (alto 3,20 m) oltre a presentare volume "Vita e opere di Luigi Tolotti" curato da Roberto Basso.

Il Museo venatorio Itinerante che ha sede a Castelfiorentino presenta storiche attrezzature e oggetti d’uso delle tradizioni venatorie e della ruralità.

Caccia significa anche profonda conoscenza degli animali e del loro habitat oltre che tradizione e cultura gastronomica. Dunque libri con ricette tradizionali o creative basate sulla carne di selvaggine raccolte e curate dalle associazioni venatorie toscane ma anche la cultura e le emozioni della caccia con un libro di Roberto Randi che “Nel silenzio dell’alba ottobrina” ha raccolto le emozioni ma anche la storia dei “capanni” e che proporrà in fiera la sua ultima fatica letteraria.

Nell’area del Museo Venatorio e di Federcaccia saranno esposte opere pittoriche in tema della caccia al capanno, dell’artista Eugenio Busi della sua mostra dal titolo “Robe di caccia” , mostra allestita con la collaborazione di Roberto Baggio e Angelo Piceni.

Non saranno da meno gli espositori e le associazioni impegnate nell’ambito della pesca e delle attività collegate.

Per gli appassionati della pesca e delle attività legate al mare e alle acque in genere non c’è che l’imbarazzo della scelta con la FIPS (Federazione Italiana Pesca Sportiva) impegnata sia in gare che in attività di promozione culturale che si protrarranno senza sosta per le tre giornate con momenti di confronto tecnico grazie alla partecipazione dei maggiori esperti che terranno conferenze e workshop ma anche corsi e dimostrazioni di lancio con simulatori.

Tre giornate intense, attese con ansia da cacciatori e pescatori, due anime di una cultura millenaria legata alla natura e all’ambiente, due “popoli” che prima di altri hanno compreso e iniziato a praticare passioni ataviche con una visione moderna e sostenibile.

 

Info utili Salone aperto al pubblico e agli operatori del settore;

Orario dalle 10 alle19; Ingressi n.5 e n.6 Via Maestri del Marmo.

Ingresso € 7,00 intero, € 4,00 ridotto, ingresso libero ragazzi fino ai 12 anni e disabili