5xmille

CEDAF

clicca l'immagine per accedere al sito

Tesseramento 2021

Volantini Tesseramento 2020

Progetti Faunistici raccolta dati

Clicca l'immagine per scaricare il volantino

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Convegno Nazionale progetto ANASAT


Centro Ornitologico Malpasso

Clicca l'immagine per scaricare la relazione

Il Colpo d’Ala

Tos Caccia

Nuove aree vocate al Cinghiale


Clicca qui per visionare le nuove aree vocate al Cinghiale

Portale Regionale GEOSCOPIO

Login

CARNEADE CHI ERA COSTUI?

Leggiamo con stupore un nuovo attacco di Arci Caccia Firenze a Federcaccia Firenze pubblicato sul sito nazionale della Associazione e la voglia sarebbe quella, ancora una volta di non rispondere per non alimentare polemiche inutili e pensando al sommo Poeta  “guardare e passare”. D’altra parte per fare chiarezza e per ringraziare tutti i volontari che si sono impegnati in questi mesi è doveroso rispondere ma sarà “semel in anno” !

Il nuovo regolamento della Città Metropolitana di Firenze è stato modificato grazie anche all’azione di concertazione di Federcaccia Firenze e lo testimoniano le numerose riunioni in video conferenza alle quali abbiamo partecipato con il delegato alla Città Metropolitana; la convenzione con l’ATC FI 04 nord è stata firmata per garantire un importante servizio di vigilanza volontaria sul territorio coordinato dalla Polizia provinciale e ci chiediamo perché il Commissario dell’ATC FI 05 Sud al quale abbiamo proposto una convenzione non onerosa per poter garantire anche su quel territorio lo stesso servizio, non lo firmi.  Sta aspettando una nuova legge dal Consiglio Regionale Toscano che recepisca una proposta di legge degli ultimi giorni di legislatura  che elimina il termine “convenzione” negli articolati della Legge 61? Quali sono i tempi? Per quanto ancora  quel territorio dovrà fare a meno del coordinamento della Polizia Provinciale? Del resto Arcicaccia Siena ha firmato convenzioni analoghe con gli ambiti senesi: dov’è il problema? La consegna e il ritiro dei tesserini venatori ha visto impegnati tutti i giorni i volontari di Federcaccia e CCT in tutti i quartieri di Firenze deputati al servizio. E’ stato lo stesso per le altre associazioni compresa Arcicaccia? Dov’era Arcicaccia quando abbiamo discusso del Progetto eolico Giogo di Villore che, se autorizzato, danneggia una importante rotta migratrice? Dov’era quando abbiamo inserito sul portale Form della Regione Toscana gli storni prelevati fino al 29 settembre facendo un servizio per tutti quei cacciatori che non hanno la tessera sanitaria attivata o un lettore in grado di leggerla?
La risposta è semplice: non pervenuta! 

Il mondo venatorio non ha bisogno di queste sterili e inutili polemiche, ha bisogno solo di unità. Impossibile certamente da trovare con taluni dirigenti, ma forse più facile con i singoli cacciatori;

Noi lavoriamo per dare una speranza alla caccia ed ai cacciatori e non per coltivare atteggiamenti livorosi, che sembra ormai il solo tratto distintivo di Arcicaccia.

Da parte nostra non ci saranno altre puntate di questa stucchevole telenovela per il rispetto che dobbiamo ai cacciatori.

Gli ottimi risultati sul tesseramento non derivano da mezzi di bassa lega ma della qualità delle politiche venatorie e dai servizi che la nostra Associazione mette a disposizione di tutti cacciatori quotidianamente.