Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

Tesseramento

Per Saperne di Più

Faq

Archivio News

FEED - RSS

Progetto The data from the sky

Clicca per scaricare il progetto

Gare Cinofile

Gara tiro alla sagoma

Corso Patentino BDU

Clicca per scaricare il modulo di iscrizione

Tos Caccia

Campagna Federcaccia Toscana 2016

Login

TOSCANA. PARTONO NEL PADULE DI FUCECCHIO I LAVORI PER LA RINATURALIZZAZIONE

Presentato questa mattina dall’Assessore Regionale Fratoni il progetto per mettere in sicurezza un territorio fondamentale per la conservazione e la tutela di un ambiente unico. Un plauso da Federcaccia Pistoia per l’impegno della Regione

 La somma stanziata per il progetto di rinaturalizzazione idrica nel Padule di Fucecchio è di quelle importanti: 5 milioni di euro. Serviranno a mettere in sicurezza un territorio fondamentale per la conservazione e la tutela di un ambiente unico. Finanziata con fondi regionali, l’opera prevede una serie di interventi di riqualificazione idraulica per una gestione flessibile delle risorse idriche così da apportare al Padule più o meno acqua a seconda delle diverse esigenze dettate dalle particolari condizioni stagionali ed esigenze di chi, a vario titolo, utilizza il Padule.
Redatto dai tecnici del Consorzio 4 Basso Valdarno, il progetto rappresenta l’unica soluzione per poter salvare il Padule, un ecosistema naturale che ha conservato elementi del quaternario e che ha forgiato caratteristiche ambientali e paesaggistiche che nel tempo hanno fortemente influenzato la realtà socio-economica del territorio. Il progetto globale si riassume nella creazione di due invasi per la raccolta delle acque nel periodo di massimo livello idrico e il successivo rilascio nel periodo di siccità e in interventi di escavazione e riprofilatura del cratere palustre.
“Finalmente - ha detto l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - dopo anni di duro lavoro arriviamo ad aprire il cantiere di un’opera assolutamente indispensabile sia per la riqualificazione naturalistica di un'area umida tra le più importanti d’Italia e d’Europa, sia dal punto di vista idraulico per garantire la piena efficienza del bacino. Ringrazio in particolare il commissario Fabio Zappalorti e la struttura del Consorzio perché in poche settimane hanno superato le difficoltà riuscendo a dare avvio ai lavori”.
“Aggiungo un ringraziamento ai proprietari dei terreni, a tutte le associazioni legate al Padule per ringraziarli della pazienza mostrata in tutti questi anni di lunga attesa – ha aggiunto il sindaco di Fucecchio e Presidente della Consulta del Padule Alessio Spinelli –. Il Padule di Fucecchio è un fiore all'occhiello della Toscana e una delle aree umide più importanti d'Europa”.
Presenti alla conferenza stampa anche Roberto Mazzaccheri, rappresentante di Federcaccia Toscana in Consulta, e Franco Biagini, presidente provinciale Federcaccia di Pistoia.
“Oltre alla sua importanza naturalistica e come contenitore di una estremamente ricca biodiversità – ha dichiarato Biagini - il Padule ha anche un altissimo ruolo storico culturale e sociale per tutti gli abitanti della Valdinievole, che sono particolarmente affezionati al ‘loro’ Padule. Non fanno eccezione i cacciatori, anzi, il loro legame con questa area è forse ancora più stretto. La Federazione Italiana della Caccia è sempre stata attenta a tutelare e gestire il Padule durante tutto l’anno, non solo in periodo di caccia, a favore di tutti i cittadini e anche la nostra assidua e partecipata presenza in Consulta lo testimonia. Siamo lieti e ringraziamo l’Assessore Fratoni per l’impulso dato ai lavori, oltre che per la sua attenzione a tutte le componenti coinvolte”.