Immagine 01
Immagine 02
Immagine 03
Immagine 04
Immagine 05

Tesseramento

Per Saperne di Più

Faq

Archivio News

FEED - RSS

Login

Campagna Federcaccia Toscana 2016

SCARICA IL CALENDARIO VENATORIO DELLA TUA PROVINCIA

Pubblichiamo in allegato i calendari venatori delle province toscane. I cacciatori che lo desiderano potranno scaricarli ed avere in un solo volantino il testo a disposizione.

ARCICACCIA: NON C'E' PEGGIOR SORDO....

La storia infinita, Arcicaccia nazionale torna sulle questioni che da quattro mesi non appassionano nessuno per cercare di giustificare i propri comportamenti e contestare la sospensione dalla CCT. Sembrava si fosse fatto un passo in avanti quando Sorrentino aveva finalmente preso atto che da parte di CCT e del passato gruppo dirigente di Arcicaccia Toscana c’era stata una corretta gestione dei bilanci e dell’associazione, ma oltre non sono riusciti ad andare.
I motivi della sospensione sono chiari ed incontrovertibili e non si limitano solo al mancato versamento delle quote societarie, quanto allo scorretto comportamento assunto dalla nuova gestione di Arcicaccia Toscana che ha vietato ai presidenti provinciali di fare il tesseramento nel rispetto degli accordi presi tra Arcicaccia, Federcaccia e Anuu toscane.
Per l’ennesima volta richiamiamo quanto ripetuto da aprile.

Leggi tutto...

GESTIONE UNGULATI, SI STAVA MEGLIO QUANDO (SECONDO QUALCUNO) SI STAVA PEGGIO

Ci sono alcuni episodi che la dicono lunga su quale sia la considerazione che politici e uffici “tecnici”, deputati ad occuparsi di materia venatoria, riservano ai diretti interessati, ovvero ai cacciatori, al di là degli appelli alla pacatezza e dei proclami sulla disponibilità quotidianamente smentiti dai fatti e dalle parole. 
In primis l’articolo di autocelebrazione che l’assessore regionale Marco Remaschi ha consegnato ai mezzi di informazione, con riferimento alla complessa materia della gestione degli ungulati: prima di lui il diluvio, par di capire! Già, perché, secondo Remaschi,  “bisognerebbe avere il coraggio di ammettere le proprie responsabilità, e sicuramente anche in questi due anni abbiamo commesso errori, ma mi chiedo: coloro che oggi pontificano, dove erano quando tra il 2010 ed il 2015 gli agricoltori toscani subivano milioni di euro di danni da ungulati peraltro solo parzialmente risarciti proprio con risorse dei cacciatori?” Segue sequela di numeri sugli straordinari successi conseguiti nei due anni del suo governo. Dati che però restano clandestini: vengono citati, diffusi alla stampa in modo da avvalorare tesi che, vedremo meglio, trovano più d’una smentita, ma non messi a disposizione.
Eccoci ad  un altro garbato esempio di considerazione per i cacciatori: il 14 luglio si svolge un incontro in cui gli uffici “tecnici” presentano una serie di dati, il 17 la Confederazione Cacciatori Toscani sollecita la messa disposizione di un quadro di dettaglio articolato a partire dal 2010 per poter leggere e analizzare con un minimo di serietà e obiettività la situazione, in data odierna nessuna comunicazione in merito è giunta. Ma intanto gli straordinari risultati vengono utilizzati per ridicolizzare chi solleva critiche.

Leggi tutto...

ARCICACCIA, UN PASSO AVANTI VERSO IL CHIARIMENTO E ADESSO GLI ADEMPIMENTI

Dopo mesi di inutili e immotivate polemiche, da parte del presidente Sorrentino giunge oggi un piccolo passo per ristabilire la verità e ricreare quel minimo di fiducia che è indispensabile per ogni civile confronto. In una sua lettera-comunicato il presidente nazionale di Arcicaccia riconosce la corretta e trasparente gestione dei bilanci di CCT e Arcicaccia Toscana e l’onestà dei loro gruppi dirigenti. Cosa che era a tutti chiara, è un riconoscimento che viene dopo quello dei sindaci revisori e delle assemblee che li avevano approvati, ma fa comunque piacere che ora anche Sorrentino apponga la sua certificazione, soprattutto dopo i sospetti e le illazioni che neppure il suo approfondito esame dei libri contabili e di singole fatture  sembrava aver fugato. Oggi il presidente di Arcicaccia ribadisce che i bilanci sono in ordine e l’operato dei gruppi dirigenti inappuntabile. Anche se non avevamo bisogno di questo riconoscimento all’onesto lavoro di tanti volontari, è però positivo che venga da chi lo aveva pesantemente messo in dubbio.
Lo salutiamo con favore, è un passo in avanti importante. Non è così per il resto dei temi contenuti nel comunicato. Infatti Sorrentino, grazie alla lettera dell’avvocato per conto di Lupi, torna su una questione che da mesi abbiamo cercato di fargli comprendere: la CCT non ha mai negato il credito di Arcicaccia Toscana, si è sempre posta il problema della sua documentazione, che anche oggi resta tale. Infatti, la mera iscrizione  di una entrata nel bilancio preventivo non costituisce un titolo di credito, ma solo la previsione che un tale credito possa maturare. Come dice l’avvocato nella sua lettera “l’iscrizione nel preventivo 2016 è motivata e potrà essere facilmente rendicontata” anche perché “la CCT non ha mai contestato il credito”, quindi Arcicaccia deve chiedere la compensazione del credito e documentare il suo ammontare, ciò che andiamo ripetendo ormai da sei mesi.

Leggi tutto...

News